Archivio di i consigli dell’esperto

Come scegliere un webdesigner per sviluppare il proprio sito internet

Affidereste il progetto della vostra casa direttamente al muratore ?

Sicuramente egli sarà un esperto di malta, calce, avrà un’idea precisa di come vanno tirati su i muri e di come fare un massetto. Sarà il massimo esperto nell’arte di saper fare fisicamente. Ma queste sue indubbie capacità operative lo rendono automaticamente una figura alla quale affidare la progettualità di quello che andrà a realizzare ?

Ossia, il fatto che qualcuno sappia costruire qualcosa può qualificarlo automaticamente come progettista di quel settore ?

Questa domanda potrebbe sembrare scontata nel settore edilizio, dove il muratore ha competenze note e si chiama appunto “muratore”, così come il piastrellista, l’idraulico, il geometra, l’architetto e l’ingegnere.

Ci sono figure specializzate nel fare qualcosa, magari specifico, e figure specializzate nel saper progettare quelle cosa. Chi ha la visione d’insieme, chi fa i calcoli strutturali, chi realizza gli impianti e chi la struttura.

Tutta questa impalcatura logica e funzionale pare, per oscuri motivi, non applicarsi nel mondo della “produzione impalpabile”. Abbiamo una serie di figure più o meno tecniche, da informatici che sanno programmare per il web a semplici installatori di WordPress che, al pari dei professionisti formati, si definiscono e vengono definiti Web Designer.

Ma se “design” vuol dire progettare, il Web Designer è il progettista capo, colui che conosce le buone pratiche, colui che è conscio di come soddisfare le esigenze della propria committenza andando a realizzare un artefatto che rispetti i vincoli e sappia raggiungere gli obbiettivi di marketing e comunicazione.

Affidare il proprio sito internet alla figura che sa scriverne il codice ( o magari conosce semplicemente come installare e configurare un CMS ) è una scelta identica al farsi progettare casa dal muratore.

Nessuno vuol negare che egli possa creare qualcosa di esteticamente gradevole ( magari sfruttando qualche tema grafico preconfezionato ) o che il tutto apparentemente possa avere un aspetto professionale. Essendo però un sito internet aziendale un investimento economico abbiamo, per esperienza, dubbi in relazione al fatto che quella realizzazione possa effettivamente rispondere alle esigenze di marketing e di comunicazione. Ossia, semplificando, che quel sito internet vi possa far rientrare dei soldi spesi e possa funzionare in termini di business.

La scelta del professionista al quale affidare la progettazione e la realizzazione del vostro sito internet è quindi da ritenersi un fattore strategico per massimizzare i propri investimenti e sfruttare in modo attivo i media digitali. Optare per un professionista o una piccola realtà dal taglio tecnico potrebbe in molti casi sembrare economicamente vantaggiosa ma spendere “100” per avere un prodotto che non genera profitti ( ad esempio un sito esteticamente gradevole ma non posizionato sui motori o non in grado di attirare nuovi potenziali clienti ) è semplicemente buttare via il proprio denaro. Investire “115” per un prodotto pensato e sviluppato da un progettista formato, in grado di redarre un piano di marketing e comunicazione e che, anche studiando i vostri concorrenti diretti, riesce a darvi strumenti attivi che generano contatti, fidelizzano i clienti e ampliano il vostro business è saper gestire saggiamente le proprie risorse aziendali.

Perché la vostra presenza in rete non deve essere solamente “carina”, deve essere una presenza attiva in grado di generare profitti e porvi in posizioni di vantaggio rispetto al vostro mercato di riferimento.

come trovare font di una scritta

Capita spesso di dover trovare quale carattere tipografico sia stato usato per una determinata scritta. Nella maggior parte dei casi si ha a disposizione uno stampato o una grafica e ci è richiesto di elaborare qualcosa mantenendo quel font. Leggi tutto

ridimensione senza fatica grandi quantità di immagini

Sempre più spesso capita di dover ridimensionare una serie di numerose immagini.

Magari per allegarle in una mail o pubblicarle in rete. Come spesso accade la soluzione migliore per eseguire questo semplice compito non risiede in strumenti complessi e costosi.

Non servono programmi professionali, è inutile chiamare in causa l’onnipresente Photoshop o tutte le sue alternative.

Leggi tutto